Le 20 Migliori COLONNE SONORE del 2018

Non è stato facile compilare la classifica delle migliori colonne sonore. Un po’ perchè è un genere vastissimo, un po’ perchè è difficile raccontare una musica che nasce per descrivere un momento, una sensazione, una scena clou.. Ma pian pianino questa lista è cresciuta, avendo come punto fermo la presenza di tre colonne sonore ad opera di Johann Johannsson e la varietà musicale. Non solo i classici “score” orchestrali ma anche materiale più particolare. Speriamo di avervi dato nuovi spunti di ascolti e visioni.



1 . Jóhann Jóhannsson – Mandy

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.


2 . Jóhann Jóhannsson – The Mercy

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.


3 . Hildur Guðnadóttir & Jóhann Jóhannsson – Mary Magdalene

Ascolta su Spotify. Compra CD su Amazon.

Dedichiamo il podio al compianto compositore islandese Jóhann Jóhannsson, che nel 2018 è stato protagonista di tre grandi lavori cinematografici: Mary Magdalene, The Mercy e Mandy. Tre film diversi accomunati dall’altissima qualità dell’accompagnamento musicale. Jóhann Jóhannsson ci mancherà tantissimo.



4 . Thom Yorke – Suspiria

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Il remake-non-remake di Suspiria, classico di Dario Argento rivisitato da Guadagnino ha portato con sè una grandissima quantità di polemiche. Ma negli anni dei remake è il minimo, anzi, buona parte fanno parte del battage pubblicitario. A lato non è stato esente anche l’accompagnamento musicale, in origine dei Goblin, oggi affidato al cantante dei Radiohead Thom Yorke. Che ovviamente si mantiene a distanza e realizza una colonna sonora che è anche un disco solista, un po’ come accadde a Eddie Vedder con “Into The Wild”. Se partite prevenuti lasciate stare ma, come per il film, a volte basta sedersi su una poltrona due file indietro per godersi tutto un altro spettacolo.



5 . Lady Gaga & Bradley Cooper – A Star Is Born

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Altro remake (questa volta un remake di un remake) che ha monopolizzato le scelte delle coppie romantiche davanti al botteghino e grazie ad esse è diventato il film con una cantante protagonista che ha incassato di più nella storia del cinema, superando “Guarda del Corpo” con Whitney Houston. La colonna sonora, interamente composta da Lady Gaga e Bradley Cooper, è diventata a suo modo rappresentativa di una annata che ha visto ritornare sul grande schermo le storie legate alla musica .



6 . Ben Salisbury & Geoff Barrow ‎– Annihilation

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Il regista di Ex Machina propone con Annihilation un thriller fantascientifico di grande suspence e mantiene la squadra vincente che ha contribuito al successo del film d’esordio: Ben Salisbury e Geoff Barrow, quest’ultimo membro di Portishead e Beak>. Colonna sonora basata sulla costruzione della suspence ma che risulta a suo modo originale per l’uso di strumenti acustici anzichè degli inflazionati synth.



7 . ROB – Revenge

Ascolta su Spotify. Compra vinile su Amazon.

Revenge è un bel film sulla vendetta ad opera di Coralie Fargeat (distribuito in Italia da Midnight Factory) con la colonna sonora “synthwave” ad opera di ROB, già collaboratore dei Phoenix e autore della colonna sonora di Maniac e di una decina di altri film. Se amate le sonorità sintetiche non perdetela.



8 . John Carpenter – Halloween

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

E’ possibile fare un remake di Halloween? La risposta del pubblico è stata tendenzialmente “no”. E della sua colonna sonora? Neanche. Ecco perchè a metterci le mani sopra è stato chiamato John Carpenter, regista e autore dello score originale, accompagnato dal talentuoso figlio Cody e da Daniel Davies. Consideriamolo un nuovo disco di John Carpenter e ignoriamo che esista un nuovo film intitolato Halloween e vivremo tutti felici e contenti.



9 . Colin Stetson – Hereditary

Ascolta su Spotify. Compra CD su Amazon.

Inevitabilmente il successo di un film horror è spesso derivato dalla sua colonna sonora, che deve essere in grado di creare suspence, accelerare il battito cardiaco e bloccare il pubblico sulle poltrone. Il sassofonista Colin Stetson chiamato a musicare l’horror indipendente Hereditary compone piccole schegge dark rumoristiche, vicine a certo drone ambientale e a suoni industriali, che è la musica che suona solitamente Colin. Il risultato? Ovviamente funziona perfettamente, decretando il successo di un piccolo film come “Hereditary”.



10 . Keegan DeWitt ‎– Gemini

Ascolta su Spotify.

Keegan DeWitt ha realizzato per il film “Gemini” una bella colonna sonora a metà strada tra elettronica e jazz, un po’ noir, un po’ ambientale e molto elegante. Adatta ai fan del caro vecchio trip hop.



11 . Black Panther The Album

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

La colonna sonora di Black Panther è stata una delle più chiacchierate dell’anno scorso, assieme a quella di “Suspiria”, “A Star Is Born” e “Bohemian Rhapsody”. A curarla troviamo il premio Pulitzer Kendrick Lamar che inserisce al suo interno molte stelle del “nuovo” hip hop come Vince Staples, Schoolboy Q, Anderson Paak, Travis Scott, Zacari e alcune dive del nuovo soul come Jorja Smith e SZA. Una antologia della nuova musica “nera”.



12 . Shooting Guns – Another Wolfcop

Ascolta su Spotify. Compra vinile su Amazon.

Non poteva mancare un bel film “exploitation” di quelli che piacciono ai degenerati cresciuti con le produzioni Troma: “Another Wolfcop”, seguito di “Wolfcop”, è un filmaccio con lupi mannari, sangue e donne discinte che si menano. La colonna sonora è curata dai Shooting Guns, gruppo heavy psichedelico del giro Riding Easy Records che realizzano un accompagnamento delirante come il film ma che funziona anche a sè stante come stravagante disco strumentale con chitarroni hard.



13 . Terence Blanchard – BlacKkKlansman

Ascolta su Spotify.

Pur avendo esperienza decennale con la composizione di score cinematografici Terence Blanchard è la prima volta che viene nominato agli Oscar, ed è anche la prima volta che un compositore di colore viene nominato da 31 anni a questa parte. E se vincesse sarebbe il secondo della storia dopo Herbie Hancock. Ovviamente tifiamo per lui!



14 . Trent Reznor & Atticus Ross ‎– Mid90s

Ascolta su Spotify.

Solo una dozzina di minuti per la coppia Trent Reznor / Atticus Ross ma di grande effetto. Pianoforte, synth, atmosfere oniriche: ormai i due sono dei fuoriclasse della composizione cinematografica.



15 . Daniel Hart ‎– The Old Man & The Gun

Ascolta su Spotify. Compra CD su Amazon.

Per un film alla vecchia ci vuole una colonna sonora alla vecchia! Daniel Hart per “The Old Man & The Gun” realizza un accompagnamento musicale jazz di vecchia scuola “poliziesca”. Se volete qualcosa di “classico” non perdetela per nulla al mondo.



16 . Scott Walker, Sia – Vox Lux

Ascolta su Spotify.

Scott Walker (presente anche nella colonna sonora di “The Old Man & The Gun” con la classica “30 Century Man”) divide il lavoro con Sia per il film con protagonista Natalie Portman “Vox Lux”. Quindi da un lato abbiamo un disco di canzoni “pop”, dall’altro abbiamo temi un po’ oscuri e strumentali. A suo modo un esperimento curioso.



17 . Mogwai – Kin

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Anche i Mogwai ormai sono lanciati nella carriera di compositori di colonne sonore iniziata parecchi anni fa col documentario su Zidane e proseguita con Les Revenants. Ed è un’ottima scelta : il loro sound “post rock / shoegaze” è sempre stato cinematografico e, in qualche modo, questa nuova vita ha dato un senso al proseguo della carriera degli scozzesi che rischiava di arenarsi con dischi un po’ manieristici.



18 . Nicholas Britell ‎– If Beale Street Could Talk

Ascolta su Spotify.

Per la colonna sonora di “If Beale Street Could Talk” il compositore Nicholas Britell ha preparato partiture di archi ad accompagnare lo sviluppo del film. La colonna sonora è un affascinante “landscape” sonoro piuttosto sognante sospeso tra classica e jazz, in grado di “girare” degnamente anche in solitaria.



19 . Carter Burwell – The Ballad of Buster Scruggs

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Il nuovo film dei fratelli Cohen, partito inizialmente come telefilm per Netflix, è ambientato nel vecchio West e vede protagonisti Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson, Tom Waits, Zoe Kazan e Bill Heck. La colonna sonora è composta da Carter Burwell. Epici temi orchestrali e lente partiture desertiche sono inframezzate da brani folk, tre dei quali cantanti da Tim Blake Nelson.



20 . Jonny Greenwood – You Were Never Really Here

Ascolta su Spotify. Compra CD e vinile su Amazon.

Terminiamo questa carrellata con Jonny Greenwood, chitarrista dei Radiohead, impegnato nelle colonne sonore da parecchi anni e che si è già guadagnato anni fa una nomination agli Oscar. In questo caso però la colonna sonora è piuttosto complementare al film, fra crescendo, parti atmosferiche e partiture elettroniche. Ma Jonny merita una menzione per la ricercatezza e la serietà con cui affronta il lavoro di compositore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: